PRESENTAZIONE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231

Per rispondere alle prescrizioni e alle finalità del D. Lgs. 231/2001 “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle Organizzazioni e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”, CEFF si è dotata di un modello organizzativo che non rappresenti solamente l’ottemperanza degli obblighi di legge, ma anche occasione di crescita e coinvolgimento di tutti i portatori di interesse.

Questa scelta è stata presa in virtù della convinzione che l’adozione di tale modello rappresenta e rappresenterà un valido strumento di sensibilizzazione per tutti i dipendenti e tutti gli altri soggetti cointeressati o coinvolti, affinché seguano nel compimento delle proprie attività comportamenti ispirati a trasparenza, correttezza gestionale, fiducia e cooperazione.

Dal 2022 CEFF ha deliberato di dotarsi di un Organismo di Vigilanza (OdV), organo collegiale costituito ad hoc, al quale è affidata la funzione chiave di controllo e accertamento dell’osservanza del modello 231.

Il modello organizzativo ha per oggetto:

  • i contenuti del D. Lgs. 231/2001, l’identificazione dei reati e dei soggetti interessati;
  • l’individuazione e la valutazione delle aree di attività più esposte alle conseguenze giuridiche previste dal decreto;
  • il modello di organizzazione e gestione a tutela dell’ente;
  • i principi e requisiti del sistema dei controlli;
  • l’Organismo di Vigilanza e Controllo;
  • le modalità di comunicazione e formazione;
  • il sistema disciplinare.

MOG 231 PARTE GENERALE

Codice etico V3 06.12.2023

Sistema Sanzionatorio V2 06.12.2023

Il modello organizzativo

Organigramma delle unità operative e dei coordinamenti di area della Cooperativa - 2017/2018

Il modello organizzativo e le sue articolazioni sono state elaborate sulla base del documento di indirizzi Raccogliere i frutti del cambiamento, approvato dall’Assemblea dei Soci nella seduta del 22 settembre 2016. In particolare sviluppa le indicazioni di: “Rafforzare massimamente lo spirito cooperativo; tutti sono chiamati a essere corresponsabili nei confronti dell’interno e dell’esterno della mission, dell’immagine e del perseguimento degli obiettivi della Cooperativa”. Il modello organizzativo viene continuamente aggiornato in relazione alle esigenze organizzative della vita della Cooperativa. Nel corso dell’anno 2017, sulla base di quanto rilevato anche dai questionari somministrati al personale e del lavoro di approfondimento dei flussi gestionali è stata aggiornata l’organizzazione delle funzioni di amministrazione, gestione e controllo.